Torna nel milanese la tela preziosa ritrovata dai carabinieri in un casello

Il quadro, scomparso da Trezzo sull'Adda nel 2010, era stato nascosto in un vecchio casello ferroviario a Villafranca Piemonte. Questa mattina il sindaco lombardo è venuto a riprendersela

Un dettaglio della preziosa tela

Oggi la "Marina con faro", preziosa tela del 700 ritrovata a marzo dai carabinieri di Villafranca in un vecchio casello ferroviario, è tornata a casa, nel milanese.

Dopo diversi mesi di indagini svolte dai militari, è risultato che l'opera, di autore ignoto e dal valore approssimativo di 35 mila euro, fosse scomparsa nel 2010 dalla quadreria comunale di Villa Crivelli Gardenghi di Trezzo sull'Adda e oggi il sindaco del comune lombardo, Danilo Villa, è venuto a riprendersela, nel corso di una breve cerimonia di restituzione.

Il quadro era stato ritrovato a marzo dai carabinieri in un vecchio casello vicino alla pista ciclabile, sulla provinciale 196, dove era stato ben nascosto forse per essere poi venduto sul mercato nero. E in questo lungo periodo, sono state effettuate le indagini - tutt'altro che semplici - per scoprire l'identità del proprietario e per rilevare le impronte digitali.

Dopo il rapporto fornito dai carabinieri, la Magistratura ha provveduto al dissequestro dell'opera rendendo così possibile la sua restituzione. Ora l'opera verrà restaurata per rimediare ad alcuni danni subiti nel corso di questi anni.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento