menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villa della Regina

Villa della Regina

Manca il personale: Villa della Regina costretta a chiusure saltuarie

Futuro incerto per l'edificio seicentesco, Patrimonio dell'Unesco dal 1997. La Direzione Regionale dei Beni Culturali, da qualche tempo, impone chiusure improvvise

Tempi duri per la Villa della Regina. La villa seicentesca, situata sulla collina di Torino, ai piedi del parco di Villa Genero, da qualche tempo è obbligata dalla Direzione Regionale dei Beni Culturali, a giorni occasionali di chiusura per carenza di personale. L'ultima volta è stata il 1 febbraio, prima domenica del mese e giorno in cui c'è maggior affluenza di visitatori nei musei per via dell'ingresso gratis, proposto dal Mibact (Ministero dei Beni delle Attività culturali e del Turismo), iniziativa alla quale il comune di Torino ha aderito, con successo, da diversi mesi. 

E proprio domenica, parte dei dipendenti di Villa della Regina è stata "dirottata" alla Galleria Sabauda, ritenuta al momento l'attrazione artistica di maggior rilievo e affluenza e con più necessità di personale. Ma se nell'occasione precedente - l'8 gennaio scorso - il fatto era passato inosservato poichè la data aveva cadenza infrasettimanale e non andava ad incidere eccessivamente sul numero dei visitatori, questa volta si immagina che il danno possa essere stato sostanzioso.

 E' stato rilevato infatti che solitamente, durante la prima settimana del mese, i biglietti staccati - peraltro sempre gratuiti - a Villa della Regina si aggirino intorno ai 2600: un numero che questo mese calerà notevolmente data l'improvvisa chiusura. E sorgono naturalmente le preoccupazioni fra i dipendenti, in tutto 9 persone, che della chiusura sono stati avvisati con soltanto due giorni di anticipo e addirittura dopo che ne era già stata data comunicazione ai media.

"Speriamo vivamente che questo problema venga risolto prima dell'avvento della primavera - affermano dagli uffici di Villa della Regina - , periodo in cui Torino sarà invasa dai visitatori per l'Ostensione della Sindone e l'Expo. Sarebbe un danno gravissimo non poter tenere aperto a causa della mancanza di personale".

Il futuro sembra dunque incerto per Villa della Regina che dal 1997 è Patrimonio dell'Unesco e fa parte del circuito delle Residenze Sabaude del Piemonte. La situazione però potrebbe sbloccarsi con l'attivazione definitiva della riforma Franceschini che la svincolerebbe dalla Galleria Sabauda, ordinandola finalmente nel Polo Museale. Questo è ció che si augura lo staff di Villa della Regina.  


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento