Cronaca

In rete i video porno della figlia minorenne di Torino e del suo fidanzato: madre rinviata a giudizio

In cambio di denaro e buoni acquisto

Immagine di repertorio

Prostituzione e pornografia minorile sono i reati contestati dal pm Lisa Bergamasco a una torinese di 46 anni che è stata rinviata a giudizio oggi, lunedì 3 maggio 2021, per avere postato online, nell'inverno a cavallo tra il 2019 e il 2020, video della figlia di 15 anni e del fidanzato di 17 intenti a consumare rapporti sessuali. Il tutto in cambio di pagamenti in denaro o in buoni acquisto su piattaforme online. Entrambi i minorenni, secondo l'accusa, sarebbero stati consapevoli di quello che accadeva e anche delle finalità. In un caso un utente avrebbe offerto alla donna buoni acquisto addirittura per 1.500 euro pur di vedere i filmati pornografici. Il processo si aprirà l'8 novembre 2022.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In rete i video porno della figlia minorenne di Torino e del suo fidanzato: madre rinviata a giudizio

TorinoToday è in caricamento