rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Santa Rita / Via Tirreno

Via Tirreno, una giungla in città per automobilisti e ciclisti

Tra via Tripoli e fino alla fine di Grugliasco, lungo via Tirreno, la vegetazione ha preso il sopravvento crescendo a dismisura e eccedendo sulla strada. Nonostante i pericoli, non si riesce a risolvere il problema

Nonostante le frequenti e numerose interpellanze, nessuno è ancora riuscito a far ripulire la riva ferroviaria che fiancheggia per tutta la sua lunghezza via Tirreno, dall’incrocio con via Tripoli sino al confine con Grugliasco. Come documentato dalle nostre foto, specialmente a partire dal ponte di via Tolmino, infatti, la vegetazione è cresciuta a dismisura, tanto da ostacolare la marcia automobilistica, nonché quella ciclistica, dato che le biciclette di norma dovrebbero viaggiare all’estrema destra del tracciato stradale.

Ad oggi, nonostante la cittadinanza si sia rivolta più volte alla circoscrizione amministrativa di riferimento (la 2, quella di Santa Rita e Mirafiori), non si è riusciti ancora a capire se la competenza per la pulizia della riva sia della Città di Torino oppure delle Ferrovie dello Stato, dato che le radici delle piante sono confitte al di là della recinzione stradale, ossia nella sponda terrosa che sovrasta la linea ferroviaria.

Fatto sta che sono quasi due anni che nessuno si è più disturbato a pulire detto sito a margine di una via normalmente molto trafficata in qualsiasi ora del giorno, soprattutto dopo le 17. In particolare, il tratto ricompreso fra il ponte ferroviario di via Tolmino e il confine con Grugliasco assomiglia sempre più ad una giungla ed è sempre più pericoloso soprattutto per i numerosi ciclisti che lo percorrono in direzione del centro commerciale de Le Gru o della campagna e che, per non finire addosso alle automobile, devono superare a spallate foglie e rami sporgenti. Molte volte, ci si mettono pure gli automobilisti che parcheggiano in divieto di sosta in una via già di per sé stretta…

Occorre, quindi, che l’amministrazione circoscrizionale recuperi il tempo perduto e sia in grado, nelle prossime settimane, di fornire almeno una risposta precisa sull’effettiva competenza di gestione dell’area. In modo tale che se si scoprisse che spetta alle Ferrovie controllarla, si potrebbe inviare una comunicazione ufficiale agli organi competenti con la speranza di risolvere in breve tempo quella che, come alcuni cittadini sostengono, è diventata ormai una situazione “ridicola, oltre che pericolosa”.

Via Tirreno: problemi alla viabilità per la vegetazione troppo cresciuta

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Tirreno, una giungla in città per automobilisti e ciclisti

TorinoToday è in caricamento