rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca San Paolo / Via Malta

Via Malta: il degrado nell'area dell'Asl mai costruita, progetto del 2007

In via Malta c'è un'area di oltre 2.300 metri quadrati acquistata nel 2007 dall'Asl per costruire un poliambulatorio. Quattro anni dopo la situazione mostra un imbarbarimento della zona

In via Malta, nel cuore di Borgo San Paolo, si sta sviluppando quella che si può ormai benissimo definire una piccola giungla urbana… chi si è dimenticato, allora, dell’area ricompresa fra via Malta e via Lussimpiccolo, fronte parrocchia di san Francesco di Sales e scuola elementare Emilio Salgari?

I fatti: tra le vie Malta e Lussimpiccolo sorgeva la Pons&Cantamessa, area industriale dismessa fin dagli anni Ottanta. Il Comune, nell’ormai lontano 1999, acquisiva due terzi dell'area (4700 mq) appaltando la costruzione di un elegante palazzo residenziale di dieci piani. Il resto dell’area è, però, rimasta libera e in tutti questi anni si sono susseguite differenti ipotesi di utilizzo, anche per non abbandonarla al degrado. Una delle prime soluzioni era quella di ospitare una struttura di servizio per i giovani, in mano alla vicina parrocchia che sembrava potesse permettersi di acquisire l’area avvalendosi dei lasciti testamentari di alcuni generosi fedeli. Il sogno di tanti ragazzi della zona, tuttavia, non si è avverato tanto che si è parlato di costruire il solito parcheggio, sospirato, del resto, da una larga fetta di residenti visto che la zona è storicamente ad altissima densità di popolazione e, quindi, congestionata da automobili e moto.

Nel 2007, finalmente, il terreno è ceduto all'ASL per costruirvi un poliambulatorio, locali comunali per i servizi socioassistenziali e il tanto atteso parcheggio da 100 posti auto. Ma pure l'ASL non si muove e l'area, come si può ben vedere dalle foto scattate in questi giorni, è ormai in totale stato di degrado: la giungla urbana sta invadendo anche i marciapiedi. A rivedere queste immagini, lo sfruttamento del terreno come orto urbano, proposto da un cittadina qualche anno fa all’allora presidente della Circoscrizione Michele Paolino, sembrerebbe la soluzione più auspicabile.

Uno dei consiglieri delle nuova giunta circoscrizionale, Gavino Olmeo, ha, comunque, presentato istanza per audire al più presto i vertici ASL, con l'obiettivo di poter utilizzare l'area come parcheggio provvisorio in attesa che sia avviino i lavori per la realizzazione del poliambulatorio. Prima che arrivino le scimmie…

Degrado in via Malta nell'area dell'Asl mai costruita

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Malta: il degrado nell'area dell'Asl mai costruita, progetto del 2007

TorinoToday è in caricamento