Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Madonna di Campagna / Via Giambattista Lulli

Baby Gang paralizza borgo Vittoria. A fuoco bidoni e cestini dell'immondizia

Tre ragazzini di 15 anni passano le serate a incendiare quello che trovano per strada. I commercianti urlano allo scandalo "Perchè la polizia non interviene?"

Sguardi da duri e tanta voglia di spaccare il mondo. Una banda di ragazzi terribili sta seminando il panico all’interno del quartiere borgo Vittoria. A lamentarsi sono soprattutto i commercianti, ostaggio da mesi di tre ragazzi di età compresa tra i 15 e i 17 anni. Secondo molti, però, gli indiziati non sarebbero solo tre ma una vera e propria banda.

I giovani – stando al racconto di alcune vittime - incendierebbero cassonetti e cestini dell’immondizia facendo persino a botte con coloro che si azzardano ad ostacolarli. L’ultimo increscioso episodio si è verificato nella notte tra domenica e lunedì quando la baby gang ha assaltato un’area di via Lulli, vicino alla zona mercatale, frequentata di giorno soprattutto dai più anziani del quartiere.

I tre giovani hanno incendiato un cassonetto della raccolta differenziata, di cui è rimasta giusto una ruota, e alcuni cestini della raccolta differenziata. A chiamare le forze dell’ordine, il giorno dopo, è stato uno dei residenti della zona che ha anche immortalato alcuni falò. “Questi vandali stanno mettendo a ferro e fuoco il quartiere – denuncia il signor Maurizio dalla vicina via Massari -. Sono settimane che andiamo avanti a protestare ma nessuno ci ascolta. Abbiamo spedito diverse denunce in commissariato ma di interventi neanche a parlarne. E’ una vergogna”. Dello stesso parere anche il signor Luca, papà di due bambini.

“Ho timore a far uscire i miei figli da soli – racconta l’uomo -. Questi disgraziati potrebbero persino picchiarli o rapinarli. Mi chiedo cosa stia aspettando la polizia per intervenire“. Solo per puro caso i bulli non sono riusciti a dare fuoco ad un’edicola, posizionata all’altezza del mercato di corso Grosseto. “Hanno appiccato l’incendio a due passi dalle vetrine – raccontano i titolari, ancora sgomenti per l’accaduto -. Sicuramente volevano farci un dispetto. A questo punto possiamo dirci fortunati se siamo ancora qui a lavorare. Qualcuno, però, dovrà decidersi a dare una lezione a questi delinquenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby Gang paralizza borgo Vittoria. A fuoco bidoni e cestini dell'immondizia

TorinoToday è in caricamento