Cronaca Pozzostrada / Via Vincenzo Lancia

Torino, arrestato spacciatore: nascondeva la cocaina dentro la caffettiera

In casa dell'uomo trovato anche denaro contante

Immagini di repertorio

Aveva nascosto la cocaina in cucina dentro la caffettiera. A finire in manette un cittadino di origine ruandese di 31 anni. Per lui l'accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; l'uomo è stato anche denunciato per violazione della legge sull’immigrazione e per ricettazione di alcuni telefoni. 

Il tutto accade lunedì 21 giugno di pomeriggio. Gli agenti di polizia del commissariato San Donato notato l'uomo e lo fermano dopo averlo visto confabulare con una donna dall'aspetto trasandato. Quando questi vede gli agenti di polizia però ingerisce quel che stava nascondendo in bocca. 

Da qui la decisione della polizia di perquisire l'abitazione dell'uomo all'ultimo piano di uno stabile di via Lancia. In cuicina, all’interno di una moka da caffè, verranno trovati 8 involucri termosaldati contenenti cocaina; dentro al forno, erano contenuti un bilancino di precisione e materiale vario utile al confezionamento delle dosi. Nel cassetto di un mobile della cucina la somma di denaro contante di 3.500 euro. Infine, una sessantina di grammi di sostanza da taglio. 

Per il trentunenne è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché la denuncia per violazione della legge sull’immigrazione e per ricettazione di alcuni telefoni, in merito ai quali lo stesso non è stato in grado di giustificare il possesso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, arrestato spacciatore: nascondeva la cocaina dentro la caffettiera

TorinoToday è in caricamento