Cronaca Mirafiori Nord / Via Giacomo Dina, 52

Scarafaggi (e ratti) banchettano tra montagne di rifiuti in via Dina

I condomini di via Giacomo Dina sono sul piede di guerra: "L'Amiat non passa con frequenza e le nostre case sono piene di insetti". Qualcuno giura anche di aver visto anche dei ratti scorrazzare per i cortili

TORINO - Bidoni della spazzatura straboccanti di rifiuti, ratti e scarafaggi che occupano i cortili delle case. La scena si svolge in via Giacomo Dina 52, zona Borgo Cina. Nelle case popolari l’Amiat passa ad intervalli alterni (e il più delle volte non passa proprio), e i condomini devono far fronte alla disgustosa presenza di decine di blatte che hanno preso d’assalto la zona.

Un chiarimento: scarafaggi e insetti non sono una novità per queste palazzine, “ma negli ultimi tempi si è arrivati a livelli mai visti”, specifica Luna, una inquilina. Il problema, già grave di suo, si è complicato per via del mancato passaggio dell’Amiat: “L’ultima pulizia è avvenuta a Pasquetta, poi nessuno è passato per oltre dieci giorni – segnala la signora Anna Puzzo – ma anche prima delle feste i furgoncini della raccolta rifiuti non sono venuti per giorni”.

Il problema sembra sia legato al restauro dei palazzi di via Dina, poiché i furgoni dell’Amiat non potrebbero passare in presenza dei ponteggi. L’alternativa: spostare i bidoni. “Ma a Pasquetta il furgone della raccolta è arrivato senza difficoltà – spega ancora la signora Anna – il problema adesso è capire dove potremo mettere i rifiuti”. Nel mentre, gli scarafaggi banchettano tra la spazzatura. I condomini hanno scattato alcune foto che dimostrano la gravità della loro situazione; e alcuni avrebbero anche visto dei topi iniziare a scorrazzare per il cortile: la goccia che fa traboccare il vaso, soprattutto adesso che i primi caldi favoriscono la presenza degli insetti.

“Chiediamo che venga risolta la situazione della mancata rimozione della spazzatura, e che chi di dovere pulisca i bidoni”, chiedono gli inquilini. Intanto, precisa l’Atc: “Se è colpa nostra, la disinfestazione è a carico nostro - commenta il vicepresidente Luigi Piccolo - e avviene quando gli inquilini ce lo richiedono, tramite una raccolta firme. Nel mentre, inizieremo a capire di chi è la colpa legata al proliferare degli scarafaggi, e verificheremo se sia collegata alla mancata pulizia dell’Amiat”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarafaggi (e ratti) banchettano tra montagne di rifiuti in via Dina

TorinoToday è in caricamento