Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via della Basilica

Vincono i cittadini: via della Basilica chiusa al traffico, ma non mancano le polemiche

Da ieri la via è diventata pedonale. Una vittoria per quanti avevano sottoscritto una petizione a favore della sua chiusura; ma per il consigliere Vagnone (Lega) si tratta di un provvedimento senza senso.

Alla fine hanno vinto loro. Per i cittadini che avevano richiesto di pedonalizzare via della Basilica, è il momento di vedere realizzato il loro grande desiderio. Una proposta che era partita con una raccolta firme, confluita lo scorso ottobre al diritto di tribuna. La richiesta di cittadini e commercianti era volta a sostegno della sicurezza della via, percorsa da un traffico intenso che, secondo i proponenti della petizione, bloccava il commercio e metteva a rischio la sicurezza di chi intendeva passeggiare nella via: inoltre, secondo i proponenti, in questo modo si sarebbe valorizzata maggiormente la storica galleria Umberto I.

La giunta comunale ha ieri istituito la nuova area pedonale in via della Basilica, tra via Milano e via Conte Verde. Di conseguenza, per permettere al traffico di circolare senza problemi, il tratto di via Milano tra le vie Santa Chiara e san Domenico verrà aperto anche al traffico delle auto: prima, questa porzione di strada era riservata esclusivamente alla circolazione dei mezzi pubblici. La nuova chiusura al traffico creerà all’inizio non poco disagio agli automobilisti, considerato che anche via Barbaroux, fino al 21 marzo, sarà chiusa per lavori tra le vie San Francesco e Botero.

Una scelta non priva di critiche. “È una decisione assurda – commenta Giovanni Vagnone, capogruppo della Lega Nord in Circoscrizione Uno – Chiudere un isolato, e dopo quanto successo con i Murazzi speriamo non solo per favorire qualche dehors, di via della Basilica dà la misura di come questa maggioranza si muova a tentoni. Da anni c'è una Via Milano blindata, che continua in una Via San Francesco d'Assisi dimenticata, ed oggi ci si inventa una pedonalizzazione che fa molto preoccupare. Perché le pedonalizzazioni, per quanto giuste in linea teorica, hanno sempre impatti enormi sulla viabilità e sulla vita di residenti e commercianti. Non ci resta da augurarci che un simile modus operandi non venga ripetuto in futuro, su altre aree, con la stessa mancanza di criterio razionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincono i cittadini: via della Basilica chiusa al traffico, ma non mancano le polemiche

TorinoToday è in caricamento