Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Lingotto / Via Edoardo Daneo

Via Daneo: sorgerà un palazzo al posto della bocciofila abbandonata

La bocciofila "Familiare" di via Daneo è vittima del degrado da troppi anni. Presto, però, al posto dei rovi e dei rifiuti, sorgerà un palazzo

Sull’area della bocciofila abbandonata sorgerà un palazzo. La notizia riguarda la vecchia bocciofila “Familiare” di via Daneo 3, una presenza quasi “storica” per il quartiere, poiché dagli anni Sessanta fu punto di ritrovo quasi obbligato per gli anziani. Di fatto, però, l’abbandono che caratterizza oggi la bocciofila ne fa più un elemento di disturbo che un vanto per il quartiere.

Camminando lungo corso Unione Sovietica l’area sembra impenetrabile, per via della siepe che la cinta. Ma basta sporgersi un poco per contemplare l’abbandono che regna sovrano: il capanno è fatiscente, e le erbacce stanno sommergendo ogni cosa.

Dietro lo sfacelo nella quale versa, oggi, la struttura si cela un lungo contenzioso giudiziario: "La proprietà aveva iniziato un contenzioso nei confronti dei conduttori della bocciofila – spiega Massimiliano Miano, vice presidente della Circoscrizione Nove – costringendo la Circoscrizione e la Città ad individuare un’area alternativa ove trasferire l’attività, individuata, dal giugno 2010, nei locali di via Sidoli 28”.  Con gli anni, però – è abbandonata dal 2007 – il capanno della bocciofila divenne meta di sbandati, allertando non poco i residenti. Nelle scorse settimane l’area, ridotta a una discarica, è stata sgomberata. All’interno c’era un po’ di tutto:  vecchi frigoriferi e lavatrici, copertoni, scatole, oggetti di ogni tipo ammassati nel corso degli anni.

L’amministrazione comunale il 17 dicembre 2007 ha approvato la variante parziale n.157, che prevede di realizzare un edificio residenziale al posto della bocciofila. I lavori per l’edificazione del nuovo palazzo dovrebbero partire a breve: “Siamo soddisfatti che i lavori stiano per partire  - commenta Miano – Attualmente la bocciofila è totalmente abbandonata a se stessa: col tempo è diventata ricettacolo di detriti, sporcizia, con presenza di numerosi ratti, tali da incutere paura e timore tra la popolazione residente. Questa situazione era diventata insostenibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Daneo: sorgerà un palazzo al posto della bocciofila abbandonata

TorinoToday è in caricamento