Cronaca Nizza Millefonti / Via Cortemilia

"Abbiamo rischiato grosso, ora basta", protesta contro i cassonetti nei cortili

In via Cortemilia un incendio ha distrutto i cassonetti della raccolta differenziata e messo in pericolo gli inquilini. Il tutto perché, a detta loro, i bidoni si trovano troppo vicini a balconi e finestre

"Sabato notte abbiamo rischiato grosso, siamo stanchi e spaventati: quei bidoni non devono stare lì". Questa la denuncia che arriva da via Cortemilia 1, quartiere Lingotto di fronte all'8 Gallery, dove nella notte tra venerdì e sabato scorsi (il 19 e 20 dicembre per la precisione) un incendio ha completamente distrutto alcuni cassonetti per la raccolta differenziata, mettendo in serio pericolo l'incolumità di chi risiede nello stabile.

A giorni di distanza le tracce del rogo sono ancora ben visibili sui muri esterni del palazzo e nel cortile, rimasti anneriti per via delle fiamme e del fumo che si sono sprigionati quella notte. La paura è stata tanta: i bidoni infatti alloggiano nel cortile, a pochi centimetri e metri da balconi e finestre degli alloggi.

Sul banco degli imputati l'obbligo di tenere i cassonetti per la raccolta differenziata all'interno del cortile, proprio sotto le abitazioni. Secondo i residenti questi non solo questi emetterebbero cattivi odori, ma sarebbero anche molto pericolosi. "Adesso basta - dicono i residenti di via Cortemilia -, vogliamo i bidoni fuori dal cortile per una sicurezza e un'igiene maggiore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Abbiamo rischiato grosso, ora basta", protesta contro i cassonetti nei cortili

TorinoToday è in caricamento