menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due colpi in dieci minuti, presa la “baby gang” che rapinava tra Torino e Venaria

Il branco, sospettato di aver messo a segno altri crimini, era composto da otto membri, sette dei quali minorenni

Una banda di rapinatori seriali giovanissimi che, in soli dieci minuti, era riuscita a mettere a segno ben due colpi.

A fermarli ci hanno pensato i carabinieri, dopo che il gruppo – tre italiani, tre nomadi, un albanese e un marocchino – aveva effettuato le rapine tra Torino e Venaria. I componenti sono sette minorenni e un maggiorenne, che sono stati arrestati – il maggiorenne è stato denunciato – dopo la denuncia presentata da due vittime e l’inseguimento di un pullman Gtt.

Le loro scorribande criminali sono iniziate alle 17 di ieri in via Druento, dove gli otto rapinatori hanno dapprima circondato e picchiato uno studente per raubargli il cellulare.

Dopodiché, il gruppo ha continuato a muoversi a bordo del pullman della linea VE1 verso Torino, aggredendo e sottraendo il telefonino a un altro studente il quale, alla fermata della linea 72 di Strada Altesssano, si è presentato dai carabinieri con il volto sanguinante.  

A quel punto i militari hanno iniziato le ricerche, incrociando il branco in via Sansovino. Due membri della gang sono riusciti inizialmente a scappare, prima di venire in seguito identificati e fermati. Uno di loro si trovava in palestra. 

Tutti e otto i malviventi – che hanno ammesso le loro responsabilità dopo essere stati trovati in possesso della refurtiva – sono residenti a Torino e i tre nomadi vivono al campo di Strada dell’Aeroporto. La banda in questione è sospettata di aver messo a segno altri colpi tra Torino e Venaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento