Treno del mare devastato e in ritardo: sette giovanissimi nei guai

Identificati come responsabili

Un frame delle telecamere di sorveglianza sul treno Ventimiglia-Torino

Sono sette, alla fine delle indagini condotte dalla polizia ferroviaria, i ragazzi indagati per avere devastato, il 16 aprile 2017, il treno interregionale Ventimiglia-Torino. All'indomani dell'accaduto erano stati identificati 30 giovani, la maggior parte dei quali  è dunque riuscito a passare indenne le forche caudine dell'inchiesta.

Il pm Paolo Scafi contesta all'unico maggiorenne, un marocchino residente nella zona delle Vallette (difeso dall'avvocato Stefano Tizzani) i reati di danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio. Degli altri sei (anche loro della stessa nazionalità), invece, si sta occupando la procura dei minori.

Tra i fatti che vengono contestati loro ci sono il lancio degli schienali dei sedili dai finestrini, l'avere rotto vetri a martellate, l'avere tirato il freno d'emergenza senza motivi validi. Erano, inoltre, tutti senza biglietto come gran parte di coloro che affollavano l'ultimo vagone quel giorno.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Come sarà l’inverno in Piemonte? Arriva la neve a dicembre? Risponde il meteorologo di 3bMeteo

Torna su
TorinoToday è in caricamento