menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo raid vandalico al parco dell'Arrivore: nel mirino l'area giochi

Ignoti vandalici sono tornati a far visita al polmone verde del quartiere Regio Parco. E a lamentarsi sono anche i residenti della zona, vittime di misteriosi bulli

Tira brutta aria al parco dell’Arrivore. Ignoti, infatti, hanno nuovamente vandalizzato i giochi e messo sottosopra le panchine. Tante anche le deiezioni trovate lungo l’intera area verde. Opera – verrebbe a dire – dei soliti vandali che ormai hanno preso di mira il parco e quell'opera il cui progetto è costato alla Città di Torino qualcosa come 619mila euro.

Un patrimonio per il quartiere Regio Parco che la mano di qualche delinquente sembra ver intenzione di rovinare. Un paradiso di 580mila metri quadrati dove spiccano – tra le altre cose - una pista ciclo-pedonale, una zona umida a salguardia dell'avi-fauna e della bio-diversità, piante autoctone e gli orti urbani regolamentati dalla circoscrizione. A mancare, come è facile immaginare, sono soltanto i controlli delle forze dell’ordine. Un’assenza che sta pesando in negativo sul territorio e che di conseguenza sta tenendo i bambini lontani dal polmone verde.

Negli ultimi tre anni – va detto – il parco ha subito diverse intrusioni. Dai furti a ripetizione nei vicini orti urbani passando per la scomparsa di alcune amache e delle porte da calcetto. Episodi poco chiari che la circoscrizione ha già raccolto all'interno di un dossier inviato tempo addietro in Comune di Torino. “Spesso e volentieri quell’area viene attaccata da gruppi di ragazzini annoiati – denuncia il capogruppo della Lega Nord della circoscrizione Sei Enrico Scagliotti -. Anche le aziende e le famiglie che abitano lungo strada Settimo hanno avuto a che fare con questi ragazzini terribili. E’ necessario che le forze dell’ordine monitorino l’area per stanare e punire i colpevoli”.

I vetri rotti nei pressi della fermata del bus di strada Settimo fanno capire che la situazione non è circoscritta al solo parco. E che il rischio di avere a che fare con uno di questi bulli è davvero reale. “Non ci sono arrivate segnalazioni. Effettueremo a breve un sopralluogo per capire l’entità dei danni” la risposta della presidente della circoscrizione Sei Nadia Conticelli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento