Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Piazza Santa Giulia

Vanchiglia, regolamentare i dehors per una movida sotto controllo

Gli schiamazzi in piazza Santa Giulia e nelle vie adiacenti disturbano i residenti. Nelle prossime settimane saranno rivisti i regolamenti per i locali notturni

Se la zona di San Salvario è ormai considerata il cuore della movida torinese, anche quella di Vanchiglia non è da meno. Ma un neo c'è ed è quello degli schiamazzi notturni. Da tre anni a questa parte, nel triangolo dove si intersecano via Vanchiglia, corso Regina Margherita, corso San Maurizio e via Montebello, le serate si sono fatte più vivaci e capita che alla Polizia Municipale giungano segnalazioni di rumori molesti in orari notturni. Sono sorte nuove attività commerciali e diversi locali etnici molto frequentati dagli universitari che sovente, fino a notte fonda, si attardano nei dehors e sotto le abitazioni dei residenti. Tutto ciò rende difficile la convivenza tra studenti e quella parte di popolazione torinese che vive in Vanchiglia da molti anni e che magari giovanissima non è più. 

"Bisogna fare in modo di tenere sotto controllo i rumori in questa zona - ha dichiarato Silvio Magliano, vice presidente del Consiglio Comunale -. Il problema è che negli ultimi tre anni hanno aperto locali con una metratura che non va oltre i 25 mq e i clienti sono costretti a consumare all'esterno le bevande acquistate, creando così schiamazzi fino a tardi. Sarebbe opportuno limitare l'apertura di altri esercizi e rivedere i regolamenti dei dehors, con un occhio particolare a piazza Santa Giulia".  E proprio a questo proposito, entro ottobre, l'assessore al Commercio Domenico Mangone, apporterà delle modifiche sostanziali ai regolamenti che riguardano i dehors dei locali: provvedimenti che finalmente potranno aiutare a contenere i disagi dei cittadini residenti di Vanchiglia.

Dal canto suo Giuliana Tedesco, assessore alla Polizia Municipale, è tranquilla e sdrammatizza la situazione. La questione delle segnalazioni da parte dei residenti è migliorata e tutto sommato quella dei mesi estivi, periodo in cui i giovani escono e stanno fuori nelle ore notturne, può dirsi una prova superata: "La zona di Vanchiglia è sotto controllo - ha spiegato -: il corpo di Polizia Municipale è costantemente sul territorio e aumentarne la presenza non sarebbe la soluzione. Confidiamo, nelle prossime settimane, nella regolamentazione dei dehors da parte di Mangone".

Anche in Circoscrizione VII tutto sommato non c'è allarmismo: la movida è sintomo di una città viva e porre l'accento esclusivamente sugli aspetti negativi non sarebbe giusto. "In queste situazioni ci vorrebbe più equilibrio - ha affermato il vice presidente Massimo Lapolla -: è lecito che chi si alza alle 7 per andare a lavorare possa riposare durante la notte. Ma è anche vero che le segnalazioni che arrivano, partono sempre dalla stessa manciata di persone. Forse potrebbe essere utile più severità verso gli esercenti dei locali, in merito agli orari di chiusura. Spesso infatti tengono aperto fino a tardi, molto oltre i limiti imposti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanchiglia, regolamentare i dehors per una movida sotto controllo

TorinoToday è in caricamento