Cronaca

Controlli e prevenzione per Pasqua, i carabinieri: “Non scrivete sui social che siete in vacanza”

Intensificata la task force, in borghese e in divisa, contro furti, scippi e rapine

Evitate di scrivere sul vostro profilo Facebook o sugli altri social il giorno della vostra partenza per le ferie, al rientro a casa potreste avere brutte sorprese”. Parte dal rischio multimediale la serie di consigli dei carabinieri di Torino per evitare spiacevoli episodi.

I militari del comando Provinciale di Torino hanno avviato un piano di controllo straordinario di tutto il territorio di Torino e provincia mirato a garantire una Pasqua sicura ai cittadini e ai tantissimi turisti che giungono in città.

Il piano, attuato dalle 11 compagnie carabinieri, coadiuvati dalle autoradio e dai motociclisti del Nucleo Radiomobile per il pattugliamento del territorio e con la cooperazione dei reparti specializzati dell'Arma, prevede l'esecuzione di una fitta serie di controlli su tutte le aree provinciali, nei pressi di abitazioni e stabili incustoditi.

Più pattuglie sul territorio e una task force, in borghese e in divisa, contro furti, scippi e rapine. 

Chiunque voglia proteggersi dai furti, può seguire i consigli che si trovano sul sito dell'arma
 
Ecco alcuni consigli:

  • Ricordate che i numeri di pronto intervento sono: 112 (Carabinieri), 113 (Polizia di Stato) e 117 (Guardia di Finanza).
  • Ricordate di chiudere il portone d'accesso al palazzo.
  • Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato.
  • Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro.
  • Fatevi installare, ad esempio, una porta blindata con spioncino e serratura di sicurezza. Aumentate, se possibile, le difese passive e di sicurezza.
  • Evitate di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l'appartamento.
  • Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini (il nome identifica l'individuo, il cognome la famiglia).
  • Non mettete al corrente tutte le persone di vostra conoscenza dei vostri spostamenti (soprattutto in caso di assenze prolungate).
  • Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque.
  • In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che faccia dei controlli periodici.
  • Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da mostrare all'esterno che la casa è abitata. 
  • Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è "siamo assenti", ma "in questo momento non possiamo rispondere". In caso di assenza, adottate il dispositivo per ascoltare la segreteria a distanza.
  • Non lasciate mai la chiave sotto lo zerbino o in altri posti facilmente intuibili e vicini all'ingresso. Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c'è nessuno.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli e prevenzione per Pasqua, i carabinieri: “Non scrivete sui social che siete in vacanza”

TorinoToday è in caricamento