Cronaca

Animali in auto? 1 torinese su 3 viaggia con il proprio ‘amico a quattro zampe’

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Secondo un'indagine del Centro Studi e Documentazione Direct Line, la più grande compagnia di assicurazione online, quasi di 1 torinese su 3 si sposta per i lunghi viaggi in compagnia del proprio animale domestico. Sono quasi 45 milioni gli animali da compagnia che vivono nelle case degli italiani (Fonte: Lav), un numero davvero considerevole. Amati e coccolati, gli animali domestici nella maggior parte dei casi seguono i propri padroni nei lunghi viaggi, facendo loro compagnia anche in auto. Ben il 32% dei torinesi intervistati ha infatti dichiarato di possedere un animale domestico che lo segue durante i viaggi in auto.

Per non violare il codice della strada in compagnia di un amico a quattro zampe basta seguire alcune semplici regole, che mescolate a una buona dose di buonsenso, evitano che l'animale possa causare distrazioni al conducente: il 32% degli abitanti di Torino fa viaggiare il proprio animale chiuso nell'apposito trasportino, il 21% lo lascia tranquillamente sdraiato sul sedile posteriore e il 14% ha montato all'interno dell'auto una rete divisoria. Ma c'è anche chi opta per lasciare l'animale libero nell'abitacolo (9%), in braccio al passeggero (9%) o seduto ai suoi piedi (8%). I più stravaganti? Indubbiamente il 6% del campione che ha risposto di circolare in auto con l'animale protetto dalla cintura di sicurezza.

Dall'analisi Direct Line emerge anche un interessante spaccato regionale: la rete divisoria per il trasporto degli animali viene utilizzata principalmente dai bolognesi (34%), mentre la quasi totalità dei veronesi (96%) viaggia con il proprio amico a quattro zampe nel trasportino. Bresciani (12%), cagliaritani (11%) e fiorentini (10%) scelgono di avere il proprio animale sempre sott'occhio ai piedi del passeggero mentre romani (30%) lo lasciano comodamente sdraiato sul sedile posteriore. I palermitani, nel 19% dei casi, optano per l'animale libero di scorrazzare per l'abitacolo mentre i milanesi (29%) lo preferiscono con la cintura.

Ma se ci si aspetta che gli italiani siano amanti solo di cani e gatti ci si sbaglia di grosso! Il sondaggio Direct Line infatti rivela anche gli animali più curiosi che i torinesi hanno visto circolare sulle strade trasportati in auto: a viaggiare su quattro ruote in compagnia dei propri padroni capita di vedere anche furetti (16%), conigli (13%), pappagalli (7%), come pure serpenti (3%), papere (2%) o iguane (2%).

'Gli animali domestici, non solo cani e gatti, fanno sempre più parte delle famiglie italiane e portarli con sé in occasione di vacanze e lunghi viaggi è indubbiamente la cosa più corretta da fare - commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing Direct Line - Durante un viaggio in compagnia di un animale è però necessario tenere conto della loro sicurezza e delle normative che regolano il trasporto degli animali. Bastano pochi accorgimenti perché il viaggio sia tranquillo e piacevole per tutti, ricordandoci sempre di evitare che i nostri amici possano in qualche modo intralciare la nostra guida. Comportamenti imprudenti potrebbero causare distrazione al guidatore e possibili incidenti stradali. Bisogna ricordare inoltre che il Codice della Strada punisce chi non trasporta in maniera corretta gli animali domestici nella propria auto.'

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali in auto? 1 torinese su 3 viaggia con il proprio ‘amico a quattro zampe’

TorinoToday è in caricamento