menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal suicidio di una vittima alla scoperta del prestito di denaro ottenuto con il traffico di droga: 17 arresti

A Torino e provincia

Un’indagine dei carabinieri del Comando Provinciale di Torino, nata dopo il suicidio di una vittima che non riusciva a pagare debiti con tassi d’interesse pari al 94%, è terminata questa mattina con l’esecuzione di 17 misure cautelari in carcere, emesse dal GIP del Tribunale di Ivrea su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Dall’alba, in Torino e nell’hinterland torinese, oltre 100 Carabinieri stanno eseguendo le misure cautelari in carcere nei confronti di indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di concorso in usura, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente, porto abusivo d’arma da fuoco, riciclaggio e traffico internazionale di autovetture rubate.

 “Le immediate investigazioni – specificano dall’Arma- hanno consentito di identificare due usurai e di individuare una complessa attività criminale coinvolgente, oltre ai predetti, altri complici a loro collegati per lo spaccio di cocaina in Settimo Torinese, alcuni dei quali contigui a esponenti di una “locale” di ‘ndrangheta. Disvelati anche episodi di ricettazione e riciclaggio di auto di lusso destinate al mercato estero (Finlandia, Francia e Ungheria)”.
 

Nel corso delle indagini, durate quasi 2 anni, i militari hanno sequestrato oltre 1 kg tra hashish, marijuana e cocaina, nonché 35.000 euro in contanti e una pistola 7,65, poi risultata oggetto di furto. 'Le investigazioni hanno evidenziato - come ha dichiarato il comandante provinciale dei Carabinieri di Torino, Francesco Rizzo - una stretta interconnessione tra l'attività usuraria e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Infatti i proventi del mercato della droga vengono a volte reinvestiti per prestare denaro a tassi illeciti e, viceversa, i guadagni di usura utilizzati anche per l'acquisto di nuovo stupefacente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento