Cronaca

Prestiti ai giocatori del Casinò, padre e figlio usurai arrestati

Residenti a Chieri, operavano tra il Piemonte e la Valle d'Aosta. Tre italiano sono stati fermati dai Carabinieri per prestiti con tassi usurari: due arrestati e uno denunciato a piede libero

Avevano creato un vero e proprio sportello bancario ad hoc davanti al Casinò di Saint Vincent (Aosta). Avvicinavano imprenditori in difficoltà finanziarie e giocatori d'azzardo in perdita, offrendo loro in prestito del denaro immediato, in cambio della restituzione a tassi di interesse usurari, anche del 10% su base settimanale. Per questo motivo sono stati arrestati padre e figlio residenti ad Aqui Terme, e denunciato un terzo uomo, loro complice.

Il gruppo operava tra il Piemonte e la Valle d'Aosta. Le indagini da parte dei Carabinieri della compagnia di Chieri è partita dopo la denuncia di un imprenditore stanco delle continue minacce e richieste di denaro dei suoi usurai. Le vittime dei tre uomini erano in particolare i giocatori d'azzardo "malati e indebitati". Per il momento i militari dell'Arma hanno accertato una ventina di vittime, ma il numero è destinato a salire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prestiti ai giocatori del Casinò, padre e figlio usurai arrestati

TorinoToday è in caricamento