Lo strozzino è detenuto ma manda i suoi scagnozzi a picchiare un commerciante: nuovo arresto

Pestaggio documentato col telefonino

immagine di repertorio

Un 31enne di Cirié che sta scontando una pena detentiva in una comunità dell'Agrigentino, in Sicilia, è stato raggiunto da un nuovo ordine di arresto per usura ed estorsione a metà aprile 2019 per avere vessato e fatto malmenare dai suoi scagnozzi, facendosi documentare i pestaggi con il telefonino, un 46enn commerciante di San Maurizio Canavese a cui aveva prestato 1.500 euro che lui non era riuscito a restituire con gli interessi usurari in due settimane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda era avvenuta a novembre 2018, quando il negoziante, che opera nel settore dell'elettronica, aveva chiesto aiuto per evitare di essere sfrattato. Da 1.500 euro di prestito la cifra era lievitata a 2.100, poi a 3.500 fino a raggiungere i 5mila euro. Lo scorso febbraio 2019, dopo che lui aveva consegnato televisori, tablet, assegni postdatati e 500 euro in contanti, era scattato il pestaggio. A quel punto la vittima aveva denunciato tutto ai carabinieri che, dopo un paio di mesi d'indagine, erano risaliti allo strozzino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Bimba di sette anni morsa da una vipera mentre passeggia con i genitori: è grave

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Mascherine obbligatorie questo fine settimana anche all'aperto, ma solo nei centri abitati

  • Allarme in casa: bambino di 10 anni gravemente ustionato mentre fa un esperimento per la scuola

Torna su
TorinoToday è in caricamento