rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Borgaro Torinese

Arrestata in flagranza per usura a Borgaro Torinese: "Mi aveva prestato 500 euro, ho dovuto dargliene 2.500"

Il padre della donna è stato colpito da una maxi-confisca di beni per lo stesso motivo

Una 45enne italiana di Borgaro Torinese è stata arrestata dai carabinieri della compagnia di Venaria Reale con l'accusa di usura a fine novembre 2022. I militari l'hanno incastrata in flagranza di reato, dopo che si era fatta consegnare 200 euro in contanti da un commerciante della cittadina in cui risiede, a cui aveva concesso un prestito alcuni mesi fa. L'arrestata è la figlia del 71enne a cui, all'inizio dell'anno, era stato confiscato, per le stesse ragioni, un ingente patrimonio, pari a circa mezzo milione di euro, di immobili e auto.

È stata la stessa vittima, un barista 49enne, esasperato dalle continue richieste di denaro della donna, che si dichiara collaboratrice domestica, a rivolgersi ai carabinieri, che nelle indagini sono stati coordinati dal pm Valentina Bossi della procura di Ivrea. "Per un prestito di 500 euro - ha raccontato - le ho già versato 2.500 euro di interessi e continua chiedermene". Così è stato fissato un appuntamento per il versamento degli ulteriori 200 euro che gli erano stati richiesti. Questa volta, però, appena la donna ha intascato il denaro è stata arrestata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestata in flagranza per usura a Borgaro Torinese: "Mi aveva prestato 500 euro, ho dovuto dargliene 2.500"

TorinoToday è in caricamento