Cronaca

L'urna di don Bosco a Torino: ad accoglierla tanti giovani

L'urna con la reliquia di don Bosco è giunta a Torino, dove è iniziata la storia dei salesiani. Il pellegrinaggio dell'urna in giro per il mondo fa parte dei festeggiamenti per il bicentenario della nascita del santo

L’urna con la reliquia di don Bosco è arrivata a Torino. In questi giorni i resti del santo fondatore dei Salesiani stanno facendo il giro di Torino, accolti dai giovani che egli aveva tanto amato in vita, e per i quali ha fondato i suoi oratori.

Ieri la reliquia (un osso del braccio destro) è arrivata alla chiesa dei Santi Pietro e Paolo, nel quartiere San Salvario, a Torino. È stata una festa per il borgo, perché la chiesa è stata fondata proprio per volontà di san Giovanni Bosco: San Salvario è d’altronde stato impregnato fin nei primi anni dalla sua fondazione dallo spirito dei salesiani, che hanno fondato l’oratorio San Luigi Gonzaga (1847) e poi quello intitolato a San Giuseppe (1859); in ultimo, la chiesa di San Giovanni Evangelista, nel 1882.

Nella serata di ieri l’urna è giunta a Valsalice, altro luogo dove è forte la presenza salesiana, mentre nella mattina di oggi è arrivata all’ospedale San Giovanni Bosco. Sempre accolta dai ragazzi, che sono i primi destinatari del messaggio salesiano. D’altronde, don Bosco amava ripetere: “Basta che siate giovani, perché io vi ami assai”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'urna di don Bosco a Torino: ad accoglierla tanti giovani

TorinoToday è in caricamento