Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Aurora / Piazza Maria Ausiliatrice, 27

Finisce il pellegrinaggio: l'urna di don Bosco a Maria Ausiliatrice

L'urna con la reliquia del santo (un osso del braccio destro) è stata portata a Maria Ausiliatrice: il pellegrinaggio della reliquia per i cinque continenti fa parte dei festeggiamenti per il bicentenario del di don Bosco

Il pellegrinaggio in giro per il mondo dell’urna con la reliquia di don Bosco si è finalmente concluso nella Torino che vide nascere l’opera salesiana. Il lungo viaggio, che ha toccato i cinque continenti, era rivolto principalmente ai giovani, che sono sempre stati al centro dell’opera salesiana: e proprio i giovani hanno scortato la teca con i resti del santo dal Duomo fino a Maria Ausiliatrice, dove i fedeli si sono ridati appuntamento al 2015, anno del bicentenario della nascita di San Giovanni Bosco.

L’urna era già arrivata nei giorni scorsi, toccando alcuni luoghi legati alla figura del santo: come San Salvario, dove venne eretto il secondo oratorio, Valsalice o l’ospedale San Giovanni Bosco.

Monsignor Cesare Nosiglia nella mattina di ieri aveva presieduto la Messa solenne, e si è rivolto ai ragazzi, lanciando loro un appello a non “arrendersi davanti alle difficoltà”, senza smettere di alimentare la sete di felicità nel proprio cuore. Anche il rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chaves Villanueva, ha fatto un’esortazione ai giovani: “Siete i protagonisti irrinunciabili e determinanti di questa nuova primavera”, ha detto. Una primavera che è incarnata nella figura del nuovo Papa, “tanto dolce” e al contempo “uomo-roccia”, ha proseguito Villanueva, per il quale “i profesti di sventura” che avevano ormai decretato l’inverno della Chiesa si sono dovuti ricredere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce il pellegrinaggio: l'urna di don Bosco a Maria Ausiliatrice

TorinoToday è in caricamento