Suicida sotto un treno a Villastellone, interrotta la linea Torino-Savona

La vittima è un italiano di 26 anni. Trenitalia ha allestito bus sostitutivi

La stazione di Villastellone

La circolazione sulla linea ferroviaria Torino-Savona è stata interrotta tra le 15.30 e le 17.30, in direzione del capoluogo piemontese tra Villastellone e Trofarello, per un investimento mortale.

A perdere la vita è stato un uomo italiano di 26 anni che secondo una prima ricostruzione si sarebbe suicidato.

Sul treno, fermo alla stazione di Villastellone, viaggiavano circa 200 persone.

Trenitalia ha istituito un servizio di bus sostitutivo da Carmagnola a Trofarello e viceversa.

Alle ore 17.30 è stato riattivato un binario utilizzato per la circolazione a senso unico alternato con rallentamenti fino a 60 minuti. Dalle ore 18.30, invece, è ripreso il traffico sulla linea Torino-Fossano- Savona su entrambi i binari.

Il treno coinvolto nell'investimento è ripartito alle ore 18.20, con 3 ore di ritardo.  Nell'incidente sono rimasti coinvolti quattro Regionali con ritardi fino a 30 minuti. Altri 13 Regionali sono stati cancellati in parte del loro percorso e sostituiti con bus. Tre treni, invece, cancellati per l'intera tratta.

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Cade con la moto e sbatte la testa contro il marciapiedi, ragazzo morto

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Brutto incidente con due auto fuori strada, cinque feriti tra cui due minorenni

Torna su
TorinoToday è in caricamento