Cronaca Centro / Via XX Settembre

Lo Stato gli deve dei soldi, ma non paga. Sale su una gru per protesta

Negli ultimi giorni è il quinto caso di persona che sale su una gru. E' successo in via XX Settembre: lui, un 49enne albanese, deve ricevere 46 mila euro, soldi con cui potrebbe pagare il mutuo alla banca

TORINO - Poco dopo le ore 20 si è ripetuta per la quinta volta in pochi giorni la stessa scena. Un uomo di 49 anni si è arrampicato su una gru in via XX Settembre, angolo via Alfieri, per denunciare la situazione economica in cui versa a causa del mancato pagamento dei crediti che vanta nei confronti dello Stato.

Originario dell'Albania, arrivato in Italia da vent'anni, il quarantanovenne laureato ha aperto insieme alla moglie un'associazione e due comunità-alloggio a Tortona ed Alessandria. La sua situazione è speculare a quella di molte aziende: sta aspettando dei soldi dallo Stato italiano, circa 46 mila euro, e contemporaneamente deve pagare il mutuo da 190 mila euro alla banca. Con i soldi ha costruito le strutture per aiutare i profughi, ma ora quello ad essere in difficoltà è lui e la sua famiglia, composta dalla moglie e da due bambini di 10 e 12 anni.

Si è arrampicato sulla gru con uno striscione in mano ("Sciopero della fame") ed è rimasto sospeso nel vuoto per un'oretta. Ha chiesto di parlare con il Prefetto e quando la sua richiesta è stata assecondata è tornato a terra. Con lui aveva ancora alcune buste: in una c'era l'ingiunzione con cui il Tribunale di Torino obbliga lo Stato a pagare all'uomo quanto gli spetta, ma ciò non è ancora avvenuto, altre invece (inviate dalla banca) erano ancora chiuse perché tanto sa già di cosa si tratta e ha il terrore di aprirle.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo Stato gli deve dei soldi, ma non paga. Sale su una gru per protesta

TorinoToday è in caricamento