Cronaca

Vattimo in aula con due No Tav: "C'è uno spirito di persecuzione"

Il filosofo ed ex europarlamentare Gianni Vattimo è accusato di falso ideologico. Con lui rischiano il rinvio a giudizio i due attivisti No Tav Luca Abbà e Nicoletta Dosio. L'udienza è stata aggiornata al 10 luglio

L'udienza preliminare che vede indagati gli attivisti No Tav Luca Abbà e Nicoletta Dosio e il filosofo Gianni Vattimo è stata aggiornata al prossimo 10 luglio.

"Questa accusa è una stupidaggine", così si era presentato questa mattina Vattimo entrando in aula. "Mi sembra - ha aggiunto l'ex europarlamentare - che ci sia uno spirito di persecuzione nei confronti dei No Tav". Vattimo è accusato di falso ideologico per una visita ad un detenuto avvenuta nel 2013. In quella occasione con lui andarono in carcere anche Abbà e Dosio.

I pubblici ministeri Andrea Padalino e Antonio Rinaudo hanno chiesto il rinvio a giudizio per i tre indagati, mentre i legali difensori hanno chiesto il proscioglimento. "Il reato non esiste - ha detto l'avvocato Carlo Blengino -. Un europarlamentare ha diritto di entrare in carcere accompagnato da chi certifica essere utile per il proprio ufficio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vattimo in aula con due No Tav: "C'è uno spirito di persecuzione"

TorinoToday è in caricamento