Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Riprende il processo a Furchì, in aula si guarda il filmato dell'uomo con il casco

I consulenti di accusa e difesa hanno preso parola durante la prima seduta dopo la pausa estiva. In aula anche Francesco Furchì, il quale ha fatto dire dai suoi avvocati che non risponderà alla Corte, ma farà dichiarazioni spontanee

E' ripreso questa mattina il processo a Francesco Furchì quale unico imputato dell'omicidio dell'ex consigliere comunale Alberto Musy.

Un'udienza, quella odierna, improntata sulle parole dei consulenti medico-legali sia della difesa, sia dell'accusa e sulla visione del filmato, più volte trasmesso in questi tanti mesi, di quell'uomo con il casco ripreso dalle telecamere poco prima del dramma consumato in via Barbaroux. Per l'accusa quell'uomo è indiscutibilmente Furchì.

Ad apertura dell'udienza la Corte ha dato l'autorizzazione al pubblico ministero Roberto Furlan sulla richiesta di acquisizione degli atti di un'inchiesta che lo scorso 18 luglio aveva portato all'arresto di quattro persone con l'accusa di estorsione. La vicenda potrebbe far emergere - sempre secondo l'accusa - alcuni particolari che potrebbero portare a capire come Francesco Furchì si sarebbe procurato la pistola utilizzata per sparare a Musy.

In aula questa mattina era presente anche l'imputato, uscito dall'ospedale dopo un lungo ricovero solo un paio di mesi fa. Tramite il suo legale, l'avvocato Giancarlo Pittelli, ha fatto sapere che non si sottoporrà all'interrogatorio della Corte d'Assise, ma rilascerà dichiarazioni spontanee durante il procedimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riprende il processo a Furchì, in aula si guarda il filmato dell'uomo con il casco

TorinoToday è in caricamento