Cronaca Vallette

Sparatoria tra due agenti alle Vallette, morti due poliziotti

Al termine di una lite un agente di Polizia penitenziaria ha estratto la pistola e ha aperto il fuoco contro l'ispettore. Poi si è sparato nel tentativo di togliersi la vita

Tragedia nel carcere "Lorusso e Cutugno" del quartiere Vallette di Torino. Un ispettore di Polizia penitenziaria, Giampaolo Melis di 52 anni, è stato ucciso a colpi di pistola da un collega, Giuseppe Capitano di 47 anni, che poi si sarebbe tolto a sua volta la vita.

Il tutto è avvenuto in mattinata. Dietro quanto è successo ci sarebbero futili motivi, forse riguardanti le licenze nelle festività natalizie, sfociati in tragedia. "Che cosa mi state combinando tu e il comandante?", avrebbe detto Capitano prima di tirare fuori la pistola di ordinanza e far partire due pallottole all'indirizzo di Melis, uno dei quali lo ha raggiunto all'addome, l'altro (mortale) in testa.

"E' una notizia agghiacciante - riferisce Donato Capece, segretario generale Sappe -. Non si conoscono ancora le ragioni del gesto. E' una tragedia che colpisce tutta la Polizia Penitenziaria di Torino che, tra l'altro, è quotidianamente provata da difficili, pericolose e stressanti condizioni di lavoro".

La sparatoria sarebbe avvenuta al termine di una lite tra i due. Si trovavano nel bar interno del carcere quando è stata estratta l'arma da fuoco dall'agente di Polizia penitenziaria contro l'ispettore. Dopo averlo ucciso, secondo le prime informazioni, si sarebbe sparato nel tentativo di uccidersi. Il decesso di quest'ultimo è avvenuto poco dopo l'arrivo al Pronto Soccorso dell'ospedale Maria Vittoria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria tra due agenti alle Vallette, morti due poliziotti

TorinoToday è in caricamento