Uccide il cane del vicino con le noci, condannato ad un anno di carcere

'Arturo', un meticcio di grossa taglia di tre anni, si ammalò all'improvviso nel 2010 e morì nel giro di poche settimane

Secondo la procura avrebbe provocato la morte del cane del vicino di casa facendogli mangiare delle noci. E' questa l'accusa mossa nei confronti di un cinquantaduenne residente a La Loggia che è stato condannato dal tribunale a un anno di carcere.

L'imputato, Mario M., doveva rispondere di maltrattamento di animali. La procura aveva chiesto 8mila euro di multa perchè 'Arturo', un meticcio di grossa taglia di tre anni, si era ammalato all'improvviso nel 2010, morendo poi nel giro di poche settimane.

Secondo la tesi dell'accusa, l'uomo non gradiva la presenza del cane in giardino. Per questo motivo avrebbe disseminato il prato di noci che il cane ha poi ingurgitato senza rendersi conto di quanto fossero pericolose.

Dopo il fattaccio il padrone di 'Arturo', Luca L., ha poi cambiato casa. Ma al processo si è costituito parte civile con l'avvocato Alessandro Pantosti Bruni, ottenendo un indennizzo di 3mila euro. Per ordine del giudice, Mario M. potrà beneficiare della condizionale solo se verserà la somma richiesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento