Ubriaco picchia la moglie davanti ai tre figli e la manda in ospedale: arrestato

Vicini hanno dato l'allarme

immagine di repertorio

I carabinieri di Cuorgné hanno arrestato, la notte di lunedì 16 giugno 2020, un romeno 33enne residente a Valperga ritenuto responsabile di lesioni aggravate continuate e maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie. 

Quando sono arrivati, chiamati dai vicini messi in allarme dalle urla della donna, i militari dell'Arma lo hanno trovato ancora ubriaco che la stava picchiando davanti ai tre figli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima è stata trasportata in ospedale a Cuorgné. Il 33enne è anche recidivo: nel tribunale di Ivrea è già in corso un processo a suo carico per una serie di violenze in famiglia avvenute nel 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Delirio in tangenziale: si scontrano auto, furgone e tir. Code di dieci chilometri

  • Elezioni comunali a Venaria Reale: sarà ballottaggio tra Giulivi e Schillaci

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento