Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Aurora / Via Aosta

Clochard padroni delle strade: "Gettiamo l'acqua dai balconi per cacciarli via"

In via Aosta e in via Pavia i senzatetto dormono davanti ai negozi chiusi e sui marciapiedi. E qualche residente, sfinito, le sta provando tutte pur di mandarli via

A volte qualcuno butta persino dell’acqua fredda - o bollente - dai balconi. E non mancano mai le risse o gli insulti indirizzati a chi non li lascia in pace. Tra i residenti di borgo Aurora e i clochard di via Aosta non pare esserci buon feeling. Chiedere per informazione a coloro che da mesi gettano bacinelle cariche di acqua dalle finestre. E tutto per cacciare via i barboni, diventati padroni dei marciapiedi e delle strade. Le foto scattate da un residente, a ben vedere, non avrebbero bisogno di molti commenti.

E da settimane, complice l’arrivo del caldo, i senzatetto hanno deciso di lasciare le vecchie fabbriche abbandonate per andare a dormire davanti alle serrande impolverate dei negozi chiusi o di fronte ai portoni degli edifici trasformando la zona in un immenso vespasiano a cielo aperto. Qualcuno, infatti, urina senza tanti complimenti vicino ai bidoni e le auto, altri addirittura davanti alle abitazioni. L’odore di urina si sente giorno e notte e mettersi una mano davanti al naso, mentre si fa ritorno a casa da lavoro, è diventato da qualche giorno quasi indispensabile.

Ma gli stessi senzatetto si presentano anche quando il sole è ben nascosto dietro le nubi. “Non ne possiamo più – racconta la signora Maria -. C’è gente che dorme per terra, senza nemmeno un materasso. E altri che si addormentano davanti all’ingresso di casa”. Una situazione intollerabile e in molti sarebbero già scesi in strada tentando di allontanare i clochard con le forze e con le minacce. “Persino le forze dell’ordine non riescono ad aver presa su di loro” racconta con amarezza un’altra donna.

L’argomento clochard verrà portato anche in consiglio di circoscrizione Sette con un ordine del giorno della consigliera di FdI Patrizia Alessi. “Sindaco dove sei? – si domanda la consigliera Alessi -. I cittadini sono più che esasperati. Prima o poi finirà in rissa e qualcuno andrà dritto all’ospedale. Alle istituzioni chiediamo di aiutare il quartiere parlando con questi soggetti e trovando per loro un’altra sistemazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clochard padroni delle strade: "Gettiamo l'acqua dai balconi per cacciarli via"

TorinoToday è in caricamento