Cronaca Aurora / Strada del Fortino

Fiumi di birra nel lungo Dora, torna il problema degli ubriaconi

Da strada del Fortino è partita l'ennesima protesta. Ogni estate, infatti, i beoni diventano i padroni dell'area verde. Interpellanza di Poerio (Pdl)

Arriva l’estate e torna a galla il solito annoso problema degli ubriaconi di strada del Fortino e lungo Dora Agrigento.

Dalla zona Valdocco è partita una nuova protesta indirizzata agli uffici della circoscrizione Sette. Nel mirino i soliti beoni che hanno trasformato il borgo in un letamaio. In particolare sui gradini dei palazzi e sulle panchine si può trovare di tutto. Uomini che urlano o che bevono birra e vino a fiumi. Qualcuno, in preda ai fumi dell’alcool, si lascia andare concedendosi un sonnellino sotto il sole cocente. E non mancano i mendicanti che chiedono l’elemosina alle persone che escono dai supermercati o dalla biblioteca “Italo Calvino”.

Per terra ogni giorno fazzoletti sporchi, bottiglie di birra e avanzi di cibo. Non va meglio tra le siepi vicino alla Dora. ”Non essendoci un wc gli ubriaconi urinano dietro le piante – racconta una residente -. E se noi osiamo dire qualcosa ci minacciano pure”.

Nessuno osa passare vicino alle panchine, per paura di essere molestato o insultato. Soprattutto quando i beoni sono pieni d’alcool e la rissa sembra dietro l’angolo. In mezzo alle aiuole cartocci di vino, bicchieri di plastica e qualche mozzicone di sigaretta. “Abito lì vicino e tengo sempre le finestre chiuse per non far entrare in casa quell’odore terrificante” racconta Maria, una residente del borgo.

Ma i problemi non finiscono qui. Oltre ai topi, presenti vicino ai bidoni, anche i barboni hanno deciso di prendere in ostaggio l’area verde. Vicino ai box ci si può anche imbattere in alcuni ripari di fortuna occasionali, buoni per quando arriva la stagione estiva.

Una situazione destinata a peggiorare e oggetto di un’interpellanza del capogruppo del Pdl della circoscrizione Sette Franco Poerio. “I racconti della gente non mi stupiscono più di tanto - spiega Poerio –. In questi anni ho denunciato più volte i problemi di convivenza con gli ubriaconi che oltre a bere trasformano le aree verdi in discariche e quando passa una signorina non si fanno alcun problema ad importunarla”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi di birra nel lungo Dora, torna il problema degli ubriaconi

TorinoToday è in caricamento