“Made in Torino”, tornano le visite alle botteghe e alle fabbriche storiche

Oltre 40 appuntamenti tra settembre e dicembre per scoprire i segreti e le storie delle più importanti aziende torinesi di ieri e di oggi

Il settore protagonista è sicuramente quello agroalimentare, ma ci sono anche l'aerospaziale e l'energetico, l'editoria, l'automotive, il design, la cosmesi, l'artigianato e il tessile.

Si chiama “Made in Torino Tour the Excellent” il tour di visite alle aziende storiche e più importanti di Torino, organizzato da Turismo Torino.

Tra il 16 settembre e il 16 dicembre dicembre 2016, il calendario delle visite organizzate prevede oltre 40 appuntamenti, con durata tra 2 e 4 ore, per visitare gli stabilimenti, le botteghe e le fabbriche di marchi storici (Caffarel, Martini & Rossi), realtà moderne e innovative (l'aerospaziale Argotec o Thales alenia), brand di moda (l'Oreal), officine (Abarth) e molto altro ancora.

Durante le visite si possono scoprire i meccanismi di produzione, conoscere le storie torinesi di queste aziende, e in molti casi anche portarsi a casa gadget, prodotti e “assaggi” di vario tipo.

Elenco completo aziende, calendario e info sui costi →

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Litigio stradale con l'automobilista che lo colpisce, ma lui è un campione di pugilato e lo mette KO

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento