menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Tief quest'anno è alla sua terza edizione

Il Tief quest'anno è alla sua terza edizione

Al via il Turin Islamic Economic Forum, il vicesindaco: "Il cambiamento non si subisce, si guida"

Guido Montanari ha aperto con un discorso, la due giorni di lavori in città che vedrà impegnati esperti di finanza, ricercatori, amministratori e imprenditori

Si è aperto questa mattina, lunedì 6 marzo, in città il Tief 2017, il Turin Islamic Economic Forum. Si tratta di due giorni di attività al Centro Congressi Torino Incontra: 10 sessioni con approfondimenti e dibattiti, 50 relatori tra amministratori pubblici, ricercatori e docenti universitari, imprenditori ed esperti di finanza che proporranno la finanza come opportunità di sviluppo economico per il Piemonte ma anche di inclusione sociale. Si parlerà anche di "sukuk" cioè dei bond islamici, formule di finanziamento che seguono i valori della Sharìa, che sono basate sui beni materiali e che potrebbero essere utilizzate presto anche in Lussemburgo e chissà, forse anche in Italia. 

La terza edizione del Tief è iniziata con il saluto del vicesindaco della città di Torino, Guido Montanari: "Questa non è solo un'opportunità ma l'occasione concreta di possibilità di sviluppo di ampio respiro - ha detto - per dimostrare che il cambiamento non si subisce ma si guida. Tutto questo tenendo conto di valori imprescindibili come inclusione, tolleranza e rispetto dei valori di tutti".

Il Piemonte nel 2015, secondo i dati della Camera di Commercio, ha esportato nei primi dieci paesi di finanza islamica, beni e servizi per 2,6 miliardi di euro con una crescita del 16,2% rispetto al 2014. È un mercato che continua a crescere con fabbisogni sempre nuovi. Solo in provincia di Torino operano 12.500 imprenditori islamici impegnati in diversi settori: dall'edilizia al turismo ai servizi.

"Siamo orgogliosi - ha concluso il vicesindaco - di portare avanti questo percorso, perché conferma che Torino è una città che ha saputo rinnovarsi e seguire i tempi senza perdere la sua identità e storia. Torino è anche l'unica municipalità al mondo a sostenere un evento di questo tipo". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento