Per 20 anni sta 7 ore al giorno al cellulare: gli viene un tumore al cervello

La Procura di Torino ha aperto un'inchiesta sul caso di un torinese di 45 anni. L'uomo si è ammalato e l'inchiesta sta valutando se ci sia una qualche relazione tra l'uso frequente del cellulare e il tumore

Il caso di un torinese di 45 anni, colpito da un glioblastoma, un pericoloso tumore al cervello, è stato segnalato alla Procura di Torino che ha aperto un'inchiesta. C'è da verificare se ci sia una qualche relazione tra il tumore e l'abitudine dell'uomo di usare il telefono cellulare per circa sette ore al giorno da quasi vent'anni.

Il fascicolo è arrivato in mano al magistrato Raffaele Guariniello che, tuttavia, al momento non ha iscritto nessuno nel registro degli indagati.

Lo scorso anno un gruppo di 21 esperti dello Iarc, l'Agenzia internazionale di ricerca sul cancro, aveva visto una relazione tra le onde elettromagnetiche sprigionate dagli apparecchi di telefonia mobile e i tumori al cervelli. Un'ipotesi ancora tutta da verificare, ma che invita ad alcune misure precauzionali. Per questo lo Iarc aveva disposto alcune prescrizioni, quali l'uso del dispositivo vivavoce o auricolare in particolare per coloro che usano a lungo gli stessi apparecchi. (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento