Rischio di tumore per l'uso dei telefonini: ecco il ricorso al Tar

Un'associazione di Pavia, affiancata da uno studio legale di Torino, chiede che il Governo ordini al Ministero della Salute di informare i cittadini sui possibili rischi legati ai telefonini

Una campagna di informazione pubblica sui rischi dei cellulari: questo chiede il ricorso presentato al Tar del Lazio perché venga ordinato al Ministero della Salute di informare sui rischi legati all’insorgenza di tumori per l’uso dei telefonini. A depositare il ricorso è stata un’associazione di Pavia, Apple, assieme a Innocente Marcolini, dirigente d’azienda bresciano che aveva già vinto una causa contro l’Inail, ottenendo che fosse stabilito il collegamento tra il cellulare e il tumore alla testa che lo aveva colpito.

La causa è stata preparata da uno studio legale di Torino, Ambrosio e Commodo. Nel ricorso al Tar si chiede che venga applicato il principio di precauzione (l’articolo 191 del trattato sull’Unione Europea), che ordini al governo di fare una campagna informativa, vietando anche la pubblicità ai minori di 16 anni, oltre che vietando le pubblicità che permettono un minutaggio illimiato, obbligando i produttori a mettere delle avvertenze che informano della possibilità di innescare dei tumori. Un po’ ocme per le sigarette, sui cui pacchetti è ben evidenziata la scritta: “Il fumo uccide”. Vedremo un’avvertenza simile anche sui telefonini?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • La "deviazione" costa oltre 10mila euro: multato un camionista diretto a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento