Cronaca Sestriere

Vacanze da incubo sulle montagne Olimpiche per decine di famiglie truffate

Pagavano caparra o anticipo per l'affitto di casa che, di fatto, non erano in affitto. In tanti sono stati truffati da finti proprietari di immobili e costretti a spendere soldi per i viaggi a vuoto

Decine di persone sono state truffate da finti proprietari di case sulle montagne Olimpiche torinesi. Gli affitti per il periodo festivo erano messi online su diversi siti internet (pratica al giorno d'oggi molto utilizzata) da persone che in realtà non erano proprietarie degli immobili. Dopo le trattative del caso, questi si facevano inviare la caparra o un anticipo della somma totale dovuta e poi sparivano.

Dopo mesi di indagini i carabinieri di Sestriere hanno identificato sei truffatori, apparentemente non collegati tra loro. Si tratta di pregiudicati residenti in Piemonte, Lombardia, Campania ed Emilia Romagna che hanno raggirato almeno 18 famiglie, anche se questo dato è destinato a crescere viste le molte denunce pervenute ai militari.

I truffatori facevano tutto a regola d'arte. Il prezzo pattuito solitamente era quello del mercato, quindi non si poteva avere il sospetto per un'offerta troppo conveniente. Erano gentili con le persone interessate e molto disponibili a dare maggiori informazioni e indicazioni. In più gli annunci erano sempre corredati da foto di esterni ed interni delle abitazioni. Insomma, dubitare era davvero difficile. Se non quando - come è capitato in più occasioni - le famiglie si ritrovavano di fronte alla porta di ingresso degli immobili, magari dopo viaggi molto lunghi, e non potevano entrarci.

In totale con i raggiri le sei persone si sono fatte circa 8mila euro. Si parla di somme che vanno dai 300 e fino agli 800 euro per famiglia. Soldi che venivano inviati anche con bonifico su un numero Iban che i truffatori davano senza problemi alle loro vittime. Si è poi scoperto che questi appartenevano spesso a carte ricaricabili intestate a nomi fittizi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vacanze da incubo sulle montagne Olimpiche per decine di famiglie truffate

TorinoToday è in caricamento