Acquistava auto e moto con assegni falsi: arrestato truffatore seriale

Grazie all'utilizzo di falsi assegni circolari acquistava autoveicoli e motociclette per poi rivenderle ad ignari acquirenti. La polizia lo ha intercettato proprio mentre concludeva la vendita di un'auto in corso Unione Sovietica

Grazie ad una segnalazione al 113 di un cittadino torinese la polizia è riuscita ad arrestare l’uomo che pochi giorni prima lo aveva truffato. Gli agenti della Squadra Volanti, giunti  in un’agenzia di pratiche auto di corso Unione Sovietica hanno identificato un uomo di 59 anni che stava concludendo la vendita di una Audi A3 a due cittadini tunisini. 

Gli operatori di polizia, dopo le necessarie verifiche e i dovuti accertamenti, hanno appurato che il 59enne stava vendendo ai due cittadini stranieri un'auto acquistata da un venditore residente a Milano, intorno alla metà di aprile, e pagata con un assegno circolare da 23.000 euro, in seguito risultato essere falso. 

Dalle indagini di polizia è emerso come, più o meno negli stessi giorni in cui acquistò l’Audi, il cinquantanovenne pagò con un assegno circolare falso da 9000 euro anche una moto Yamaha. Il truffatore seriale con la passione per gli assegni falsi è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di tentata truffa e uso di atto falso per truffa e atto falso in trascorsa flagranza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Esplosione e incendio distruggono la tensostruttura, fiamme nei locali e nube di fumo

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento