menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

La fase 2 riporta i truffatori nelle case: in un mese un colpo al giorno. "Più difficile individuarli"

E torna quella dei sanificatori per il virus

Nel mese di maggio 2020 ci sono stati 28 casi di truffe ad anziani, tentate o consumate solo a Torino, che sono stati rilevati dagli agenti della polizia, dopo che nei due mesi precedenti il fenomeno si era quasi azzerato a causa del coronavirus. In sostanza, quasi una al giorno o anche di più se consideriamo che la fase 2 era partita il 4.

"Questi episodi - spiegano dalla questura - sono al vaglio degli inquirenti. Identificare gli autori, però, è oggi più difficile. Da un lato la chiusura degli esercizi commerciali non permette l’acquisizione delle immagini di videosorveglianza, prezioso ausilio per gli investigatori, dall’altro l’utilizzo di mascherine rende difficilmente riconoscibili gli autori".

Come già a inizio emergenza, non sono mancate le truffe che avevano come oggetto proprio il coronavirus e presunti interventi di sanificazione. È quanto accaduto a fine mese nel quartiere Vallette: a un’anziana signora sono stati rubati oltre 7mila euro tra contanti e monili in oro.

La questura di Torino "invita tutte le persone anziane a diffidare di vecchi e nuovi trucchi. In particolare, si consiglia di evitare di far accedere in casa fantomatici tecnici prima che si siano fatte le opportune verifiche con familiari, amministratori di condominio e forze dell’ordine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento