Cronaca

Truffe agli anziani, arrestato 26enne a Torino

Il “furbetto” aveva estorto denaro a una signora dopo il racconto dell’arresto, mai avvenuto, del figlio

Si fingono avvocati, inventano incidenti mai avvenuti e arresti fasulli a carico di figli di persone anziane, di cui conoscono bene le generalità. Dopodiché, chiedono tempestive e ingenti somme di denaro per la risoluzione immediata del problema.

Due i casi avvenuti ieri a Torino. Stesso iter e medesime richieste: un fantomatico avvocato contatta la vittima, richiede una rilevante somma di denaro, fissa un appuntamento per la consegna ma, pochi istanti dopo, informa la donna che un collaboratore si trova proprio sotto la sua abitazione per riscuotere la somma. 

Nel primo caso, un’anziana signora, presa dal panico a causa del racconto sull’arresto del figlio, ha racimolato i primi contanti che aveva con sé e gli ha subito consegnati al ragazzo sotto casa. 

Il malvivente, vedendo che la donna poteva essere una facile preda, le ha però chiesto altro denaro. A quel punto la signora è rinsavita e ha contattato il figlio, che ha immediatamente raggiunto il ragazzo. 

Fermato il truffatore, subito è stato chiesto l’intervento di una pattuglia. Giunti sul posto, gli agenti hanno iniziato a perquisire il ragazzo, trovando due telefoni cellulari e una certa quantità di denaro, probabile provento dell’illecito. Il “furbetto” è quindi stato arrestato per truffa.

In un secondo caso, una delle donne contattate, data l’indecisione dell’interlocutore, ha dubitato che la storia corrispondesse al vero. Dopo aver chiamato la figlia, protagonista - secondo il racconto - di un sinistro stradale, l’anziana ha scoperto di essere stata vittima di un tentativo di truffa, denunciando immediatamente l’accaduto.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe agli anziani, arrestato 26enne a Torino

TorinoToday è in caricamento