Cronaca

Usava la sua gravidanza per truffare le banche, arrestata donna di 33 anni

Quando il personale le chiedeva documenti, la donna asseriva di averli dimenticati ed implorava di non dover tornare a casa date le sue condizioni

Ci sono anche alcune banche di Chivasso tra quelle rapinate da una donna che, approfittando del suo stato di gravidanza, ha messo a segno circa 40 colpi in diverse filiali nell'ultimo anno, prelevando del denaro contante da conti correnti non suoi.

La giovane, 33 anni, è stata arrestata dai carabinieri di Asti, avendo perpetrato diversi prelievi in istituti dislocati prevalentemente nel territorio di Novara ed Asti stesso. La donna dapprima impietosiva il personale della banca mostrando il suo stato di gravidanza, poi chiedeva l'estratto conto usando il nome di una sua conoscente. Quando il personale allo sportello chiedeva di mostrare il documento, la 33enne, asseriva di averlo dimenticato ed implorava di non essere costretta a tornare a casa, date le sue condizioni.

Dopo il raggiro, effettuava il prelievo, ogni volta di circa 1000 euro. In un anno, secondo le indagini dei carabinieri, avrebbe messo a segno una quarantina di colpi in diverse filiali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usava la sua gravidanza per truffare le banche, arrestata donna di 33 anni

TorinoToday è in caricamento