Raggirato imprenditore del vino, sparite bottiglie per 30mila euro

Due pregiudicati hanno acquistato la merce in una nota cantina vinicola e pagato con assegni non validi

Immagine di repertorio

Due pregiudicati torinesi, rispettivamente di 44 e 32 anni, sono stati denunciati per truffa dai carabinieri della stazione di Santo Stefano Belbo (Cn).

I due si sono spacciati per grossisti interessati all’acquisto di partite di vino e hanno ordinato un rilevante quantitativo ad una nota cantina vinicola della Valle Belbo, ma una volta ritirata la merce hanno pagato con assegni tratti da conti correnti bancari estinti qualche giorno prima che fossero stati emessi.

Il raggiro è costato quasi 30mila euro all’imprenditore truffato e, per ora, del vino non c’è nessuna traccia. Potrebbe essere stato piazzato sul mercato nero durante le feste. 
 

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

  • "Quando la bicicletta non sta sul balcone"

  • Bidoni della spazzatura, puliti ed igienizzati: addio cattivi odori

I più letti della settimana

  • Autocisterna travolge bici, ragazza resta schiacciata sotto le ruote: morta

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

  • Addio a Sabino, una roccia sul ring e un papà dolcissimo

  • Detrito come un proiettile trapassa un'auto da parte a parte: conducente illeso per miracolo

Torna su
TorinoToday è in caricamento