Raggirato imprenditore del vino, sparite bottiglie per 30mila euro

Due pregiudicati hanno acquistato la merce in una nota cantina vinicola e pagato con assegni non validi

Immagine di repertorio

Due pregiudicati torinesi, rispettivamente di 44 e 32 anni, sono stati denunciati per truffa dai carabinieri della stazione di Santo Stefano Belbo (Cn).

I due si sono spacciati per grossisti interessati all’acquisto di partite di vino e hanno ordinato un rilevante quantitativo ad una nota cantina vinicola della Valle Belbo, ma una volta ritirata la merce hanno pagato con assegni tratti da conti correnti bancari estinti qualche giorno prima che fossero stati emessi.

Il raggiro è costato quasi 30mila euro all’imprenditore truffato e, per ora, del vino non c’è nessuna traccia. Potrebbe essere stato piazzato sul mercato nero durante le feste. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Shopping, 3 tonnellate di vestiti in vendita "al chilo": l'evento per due giorni a Torino

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento