menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Voleva pagare delle sterline con un assegno falso: arrestato

Sventata una truffa da 35mila euro

Voleva comprare quelle sterline a tutti i costi, nonostante si trattasse di una cifra non indifferente: 35mila euro per 123 monete.

E così, un italiano di 41 anni di Napoli, ha deciso di passare dalle parole ai fatti, contattando il venditore, sia al telefono sia via mail.

Proprio con un messaggio di posta elettronica, l'acquirente aveva inviato al titolare di un Compro Oro di corso Principe Eugenio una copia fotostatica dell’assegno pattuito.

Il titolare, dopo alcune verifiche eseguite con la banca indicata dal potenziale acquirente lo scorso 21 dicembre 2017, dava il 'via libera' all'operazione, avendo ottenuto le rassicurazioni del caso.

Il giorno successivo, 22 dicembre, il 41enne mandava al Compro Oro un emissario, che consegnava al negoziante l’assegno, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà che lo delegava al ritiro delle monete, ed una carta d’identità intestata ad un cittadino italiano classe 1975 nato e residente a Pozzuoli.           

Un dipendente del Compro Oro veniva così inviato presso una filiale della banca per versare l’assegno sul conto corrente aziendale. Ma a quel punto, il personale della filiale riscontrava alcune anomalie nell'assegno, bloccando la procedura, spiegando anche come non fosse possibile che il giorno precedente fossero state date informazioni via telefono in merito all'assegno, visto che i telefoni della filiale erano fuori servizio.

Capita la truffa, dipendente e titolare del negozio chiamavano le forze dell'ordine, con gli agenti della Squadra Volante che scoprivano come la persona presente nell’esercizio commerciale non fosse quella che aveva dichiarato di essere, visto che la carta d’identità esibita risultava contraffatta.

Il 41enne partenopeno è stato così arrestato per possesso e fabbricazione di documenti di identità falsi e denunciato per tentata truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento