Cronaca

“Occorre pagare una cauzione”, uomo raggirato con la truffa del finto incidente

Derubato di 80mila euro

Immagine di repertorio

Ancora una truffa ai danni di anziani, messa a segno facendo leva sull’amore che ha un padre verso i figli e sulla fretta d’agire. A cadere nella trappola un uomo di 79 anni derubato di 80mila euro in totale.

È accaduto venerdì 9 agosto intorno alle 12. Il modus operandi dei truffatori segue sempre uno schema preciso: una chiamata sul telefono fisso, una donna spaventata che parla, finge di essere la figlia e dice di aver avuto un incidente. Infine con la vittima parla un uomo, sedicente notaio, che spiega la situazione e dice cosa bisogna fare per “risolvere il problema” ossia pagare una cauzione, dopo essersi fatto dire più o meno l’ammontare dei risparmi tenuti in casa dalla vittima. A quel punto scatta l’incontro. L’anziano prende tutti i risparmi di una vita e va all’appuntamento dove trova una donna alla quale consegna tutto. Circa 80mila euro.

Solo una volta tornata a casa la vittima si accorge del raggiro e chiama la polizia, ma ormai è tardi. Continuano le indagini degli agenti delle volanti del commissariato Dora Vanchiglia e della Squadra Mobile per cercare di rintracciare i truffatori. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Occorre pagare una cauzione”, uomo raggirato con la truffa del finto incidente

TorinoToday è in caricamento