Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Cenisia / Via Brunetta

Torino, merce pagata al corriere (con buona memoria) con l’assegno scoperto: due arrestati

L’uomo ha notato che il numero di telefono dell’acquirente combaciava con quello del truffatore

Immagine di repertorio

Si erano messi d’accordo per commettere delle truffe con un sistema piuttosto semplice (pagamento alla consegna del bene tramite assegno scoperto), ma di mezzo si è messo un corriere con la memoria di ferro. 

I due protagonisti della vicenda, cittadini italiani di Torino di 39 e 45 anni, sono stati arrestati lunedì pomeriggio dal personale della Squadra Volanti, grazie alla tempestiva segnalazione di un corriere. Quest’ultimo era già stata vittima di truffa la settimana precedente, quando aveva consegnato merce per un valore di 450 euro a un uomo che aveva pagato con un assegno postale. Da verifiche effettuate il giorno successivo, l'assegno era risultato poi scoperto. Vani i tentativi di rintracciare l’uomo che aveva preso la merce: si era reso irreperibile al cellulare. 

Lunedì lo stesso corriere viene incaricato di una consegna del tutto simile alla precedente e nota che il numero di telefono dell’acquirente combacia con quello del truffatore irreperibile nei giorni scorsi. 

A questo punto scatta la trappola,in accordo con gli agenti. A presentarsi per il ritiro è però un altro uomo, il complice, che utilizza lo stesso carnet di assegni dell’altro uomo per emettere un pagamento a vuoto per 450 euro. 

Durante gli accertamenti, gli agenti scoprono che le truffe messe a segno dalla coppia sono almeno tre a partire dal mese di febbraio. I due sono stati arrestati per tentata truffa aggravata in concorso e denunciati per truffa in trascorsa flagranza.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, merce pagata al corriere (con buona memoria) con l’assegno scoperto: due arrestati

TorinoToday è in caricamento