rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Romano Canavese

"Dobbiamo venire a casa a fare il tampone per il Coronavirus": è un tentativo di truffa

Ricevute diverse segnalazioni

Alcuni casi di tentata truffa relativa al Coronavirus soni stati segnalati ai carabinieri a Romano Canavese, Cafasse, San Francesco al Campo e Strambino. Ma i casi sono in aumento.

Nella giornata di ieri, domenica 23 febbraio 2020, alcuni residenti hanno ricevuto chiamate telefoniche da parte di persone che si sono spacciate per medici di base, dell'ospedale o componenti della Croce Rossa spiegando come di lì a pochi minuti sarebbero venuti a casa per effettuare gratuitamente la procedura di controllo tramite tampone per riscontrare la positività o negatività al Coronavirus.

Nessuno, per fortuna, ci è cascato e i militari della compagnia di Ivrea hanno ricevuto alcune chiamate. I carabinieri e la polizia locale invitano la cittadinanza di Torino e provincia a chiamare il 112 non appena si viene contattati, in quanto nessuno al momento ha titolo per entrare nelle case ed eseguire i test.

L'Asl To4 e l'Asl To3 non hanno dato nessun incarico di eseguire il test. Al contrario, è l'eventuale contagiato che è tenuto a mettersi in contatto con l'Asl di competenza o a comporre il numero 1500.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dobbiamo venire a casa a fare il tampone per il Coronavirus": è un tentativo di truffa

TorinoToday è in caricamento