menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raggiri in banca a Rivarolo, sale a quattro il numero delle vittime

Il 46enne convinceva le vittime ad aprire un nuovo conto, sul quale faceva confluire i soldi indebitamente prelevati con carte di credito e bancomat mai consegnati agli aventi diritto

Sale a quattro il numero delle vittime truffate dal bancario infedele della Unicredit di Rivarolo Canavese, arrestato due mesi fa dai carabinieri ed ancora ai domiciliari.

Secondo quanto emerge dalle indagini, l'uomo avrebbe raggirato quattro anziani correntisti dell'istituto di credito fino a racimolare la bellezza di un milione di euro.

Il 46enne convinceva le vittime ad aprire un nuovo conto, sul quale faceva confluire i soldi indebitamente prelevati con carte di credito e bancomat mai consegnati agli aventi diritto. Il controllo dei conti avveniva solo per via telematica, cosicché gli anziani non potevano metterci mano. Alla base della vicenda un fedele rapporto di fiducia che il bancario aveva instaurato con gli anziani vittime del raggiro.

Nell'abitazione del reo, i carabinieri di Rivarolo hanno sequestrato 50mila euro e diverse carte di credito.

L'uomo sarà nuovamente interrogato a settembre in procura, dato che, fino ad ora, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento