menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una donna di 89 anni truffata ogni settimana per un anno: 3 arrestati

Si presentavano a casa della donna con le scuse più diverse ogni settimana e le sottraevano preziosi e gioielli. Secondo gli investigatori la donna non sarebbe l'unica vittima della banda criminale formata da tre sinti residenti tra Nichelino e Torino

La squadra mobile di Torino ha sgominato una banda di truffatori. Si presentavano a casa di un'anziana di 89 anni, a cadenze settimanali per un intero anno, con le scuse più diverse: una volta si spacciavano per tecnici della luce, un'altra per manutentori della caldaia e tutte le volte con una scusa nuova riuscivano ad entrare a casa della donna. 

Ad ogni "visita" i truffatori ne approfittavano per portare via dalla casa dell'anziana signora preziosi e gioielli. Questo modus operandi però non sarebbe limitato al caso della pensionata torinese. Infatti, secondo quanto sospettato dagli investigatori, sarebbero molte altre le vittime del raggiro di questa banda criminale. 

Era una banda di sinti che negli anni si era specializzata nelle truffe agli anziani. I componenti del sodalizio erano un quarantanovenne residente a Torino e madre e figlia, rispettivamente di 44 e 20 anni, residenti a Nichelino: tutti e tre erano già noti alle forze dell'ordine. La tecnica per trovare le loro vittime consisteva nel pedinamento degli anziani che tornavano dai mercati rionali. Li seguivano fino a casa e dopo, con le scuse più diverse, entravano nelle abitazioni. 

A entrare erano sempre l'uomo e la donna, mentre la giovane ragazza rimaneva nell'utilitaria usata per pedinare le vittime controllava che non arrivasse la polizia. Una volta dentro casa uno dei due complici distraeva l'anziano vittima di turno, mentre l'altro rovistava in cerca di gioielli e denaro.  I tre sono stati arrestati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento