Cronaca

Ritrovato cadavere nel Dora: avanzano le ricerche sull'identità

L'incessante azione dell'acqua ha distrutto parte del corpo che è diventato irriconoscibile. Si attendono i responsi dell'autopzia per risalire all'identità del cadavere

Quando ha deciso di andare a pescare lungo le rive del Dora, di certo non si sarebbe aspettato di trovare un cadavere.

E' quello che è successo nella giornata di lunedì, intorno alle 18.30 a Hône, ad un pescatore, quando attaccato ad un tronco d'albero, ha scovato un corpo inerme in avanzato stato di decomposizione.

A recuperare il corpo ci hanno pensato i vigili del fuoco ed i carabinieri, i quali hanno affermato che l'incessante azione dell'acqua ha reso praticamente impossibile il riconoscimento dell'identità del cadavere. I vestiti sono stati sfilati e gli unici indumenti riconoscibili restano le scarpe indossate ai piedi.

Secondo le prime ipotesi, potrebbe trattarsi di M. B., un uomo di 52 anni scomparso lo scorso 14 giugno. Ad avvalorare la tesi, il ritrovamento di un auto di sua proprietà proprio nei pressi della Dora. Per ulteriori chiarimenti si attendono i responsi dell'autopzia condotta dai medici legali che probabilmente effettueranno anche l'analisi del DNA.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato cadavere nel Dora: avanzano le ricerche sull'identità

TorinoToday è in caricamento