Trovato cadavere di un giovane nelle acque della Dora. mistero sulla morte

Ancora sconosciuta l'identità della vittima. Sarà l'autopsia a chiarire le esatte dinamiche dell'accaduto: al momento tutte le ipotesi restano aperte

Il cadavere di un uomo è stato ripescato nella serata di ieri dai vigili del fuoco nelle acque della Dora Riparia, vicino al Ponte Mosca.

Non si conosce ancora l'identità della vittima, anche se dai primi esami potrebbe trattarsi di un giovane di 30 anni. Al momento, le analisi non paiono mostrare evidenti segni di violenza, anche se sarà l'autopsia a stabilire le effettive cause della morte. A dare l'allarme, poco prima delle ore 19, era stato un passante, il quale avrebbe poi affermato agli agenti di aver visto un uomo cadere lungo la scarpata del fiume per poi finire in acqua.

Sul caso indaga la polizia, al lavoro per chiarire le dinamiche dell'accaduto e stabilire l'identità del cadavere. Dalle prime testimonianze sembra essersi trattato di un banale incidente anche se restano aperte tutte le altre possibili ipotesi.

Le prime testimonianze pervenute agli agenti raccontano di un uomo caduto in acqua che avrebbe oltrepassato il ponte fino ad uno sbarramento che si trova nel fiume. Proprio in quel punto è stato, infatti, trovato il giubbotto dell'uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • Ogni giorno portava la sua fidanzata lungo la provinciale per farla prostituire: arrestato

Torna su
TorinoToday è in caricamento